giovedì 18 ottobre 2018

Torta di mele norvegese


per Mag about Food un rubrica dedicata alle torte di mele, le nostre sono d'autore, ecco la mia torta di mele norvegese, qui trovate tutte le ricette....

Teglia Pavoni

giovedì 27 settembre 2018

Il mio coconut curd per il club del 27



club del 27

Ingredienti:

  • 200 ml di latte di cocco
  • 50 g di zucchero di palma
  • 50 g di zucchero semolato 
  • 4 uova grandi

sterilizzate i barattoli che utilizzerete per conservare il coconut curd. In una ciotola unite il latte, zucchero di palme e zucchero semolato, a bagno maria fate sciogliere completamente lo zucchero. Rompete le uova in una ciotola e, usando una frusta, mescolate bene. Sbattere le uova nella miscela di cocco.
Fate addensar, cuocendo a fiamma dolce per circa 20 minuti, mescolando di continuo, il curd è pronto quando ricopre il retro di un cucchiaio di legno, fate attenzione a non farlo bollire, versate il curd nei barattoli chiudete in modo ermetico e fate raffreddare prima di riporre in frigo.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

giovedì 20 settembre 2018

French Toast Bowls


....un tema del mese dedicato alle merende facili e veloci, sia dolci che salate, io ho preparato il French toast bowls, molto ma molto buono!

correte su MTC a leggere tutte le ricette!
un abbraccio, Fabiola.

Ho utilizzato i frutti di bosco Vis 

sabato 15 settembre 2018

Il cestino del pane per MTC S-COOL


...ritorno a scuola, a 34 anni... sono vecchia... ma felice, insieme ai miei figli quest'anno in casa c'è un'alunna in più, sono stata ammessa nella scuola più figa del web MTC S-COOL!
Per chi mi ha seguito sa benissimo che ci ho provato ai due esami di ammissione, anche se le prove sono andate bene non sono riuscita ad aver dei voti abbastanza alti, il livello di preparazione delle mie colleghe è alto, questo lo sapevo già, ma non ho mai perso la speranza, faccio parte di una grande famiglia MTC, quindi per ogni sfida il mio unico scopo è sempre stato, divertirmi, ma sopratutto imparare da chi ne sapeva più di me, d'altronde sono sempre stata una normale studentessa tra i libri di scuola... sono questa e felice di esserlo. Giorni fa la nostra preside ha definito la classe inserendo gli ultimi componenti, e per costanza nella partecipazione mi ha ammesso, finalmente ho capito che il voto il condotta nel mondo della scuola ha un senso....😉😉
Ammetto che avrei preferito entrare con le mie forze, ma poi mi sono resa conto che ci tenevo così tanto, ad entrare, che la mia costanza e la mia dedizione siano state premiate, quindi sono ORGOGLIOSA, di indossare il grembiule, questa volta di cucina però.... sedermi tra i banchi e cominciare a studiare e divertirmi!
La nostra prima lezione è dedicata al cesto di pane, con quattro preparazioni da eseguire, ed ecco che comincio ad imparare ricette sconosciute, io e i lievitati andiamo abbastanza d'accordo, anche se qualche intoppo me lo hanno creato in passato, ma sarà stato la fortuna del principiante ma a questo giro mi ritengo molto soddisfatta!

Il compito è questo:
eseguire il cesto di pane abbinandolo ad un menù 

svolgimento:
cesto di pane per menù rustico alla siciliana, mi sono giocata la carta della mia tradizione, ho voluto comminare piano in un territorio conosciuto, almeno quello del menù.

Menù rustico alla siciliana:
antipasto: Caponata di pesce spada 
primo piatto: Spaghetti a milanisa
secondo piatto: Sarde a beccafico alla Palermitana
dolce: Mousse di ricotta con buccia di cannolo sbriciolata

Cesto di pane:
Pagnotta biove (ho utilizzato 50% di farina 0 e 50% di farina di semola di grano duro)
Panini con purea di pomodori secchi (ho utilizzato la ricetta dei panini per hamburger)
Grissini al profumo di menta 
Focaccia con pomodorini, acciughe e cipolla (ho utilizzato 50% di farina 0 e 50% di farina di semola di grano duro)





per due pagnotte

Ingredienti:
  • 250 g di farina 0 
  • 250 g di farina di semola di grano duro
  • 280 ml di acqua 
  • 20 g di strutto
  • 8 g di lievito di birra 
  • 10 g di miele di acacia
  • 8 g di sale fino (un cucchiaino da tè colmo)
 setacciate la farina e formate una fontana sulla spianatoia, fate una fossetta su un lato e mettetevi il sale, sbriciolate il lievito di birra nel centro.
Versate l’acqua con delicatezza per non farla tracimare. Raccogliete un poco di farina dall'interno dell’anello della fontana e cominciate a impastare, aggiungendo via via altra farina; unite il sale, lo strutto e il miele, continuando a incorporare altra farina fino a quando non avrete ottenuto una pastella abbastanza consistente, quindi coprite tutto con la farina della fontana. Aiutandovi con la spatola sollevate parte della pastella e premetela sulla cima della montagnetta; proseguite in questo modo lungo tutto il perimetro della fontana, in modo da fare assorbire l’acqua dalla farina.
Cominciate a impastare con le mani e valutate se è il caso di aggiungere un altro poco di acqua: dovrete ottenere un impasto morbido, ma non appiccicoso. Lavorate e battete la pasta con forza sul piano di lavoro per 8-10 minuti, infine formate una palla con l’impasto, copritela a campana con una ciotola e fate riposare per 60 minuti.
Trascorso questo tempo dividete l’impasto in due, formate due filoni stretti e stendeteli in rettangoli molto lunghi (1,5-2 metri) e sottili (3-4 mm di spessore), larghi 6 o 7 cm. A mano a mano che stendete l’impasto, arrotolatelo come se fosse una garza: otterrete due grossi rotoli.
Infarinate abbondantemente un canovaccio pulitissimo. Appoggiate sul piano di lavoro uno dei due supporti – può essere un pacco di zucchero. Copritelo con un lembo del canovaccio infarinato, che stenderete sul piano di lavoro dal lato lungo. Adagiate sul canovaccio un rotolo di impasto, tenendo la falda sotto e appoggiando la chiocciola contro il lato dove c’è il supporto. Sollevate un lembo di tessuto dall’altra parte della chiocciola creando un divisorio. Appoggiate la chiocciola del secondo rotolo di pasta contro il divisorio di tessuto infarinato, sollevate il canovaccio all’altezza della seconda chiocciola e appoggiateci contro il secondo supporto. Questa disposizione consentirà di dare all’impasto una spinta anche in verticale, in fase di lievitazione. 
Io avendo avuto difficoltà nel trasferite, dopo la lievitazione le pagnotte le ho fatte lievitare direttamente nella teglia ricoperta da carta da forno infarinata.
Coprite gli impasti con l’altro canovaccio e fate lievitare, al riparo da correnti d’aria, per 120 minuti. Preriscaldate il forno a 200 °C in modalità statica. Prendete delicatamente i rotoli di impasto e tagliateli a metà per il lungo (la chiocciola dovrà risultare divisa a metà) aiutandovi con un coltello a lama liscia.  
Sistemate i pani su una teglia con il taglio rivolto verso l’alto e incidetelo ulteriormente con una lametta per 1 cm di profondità. Infornate il pane e fatelo cuocere per 25-30 minuti. Estraetelo dal forno e bussate con le nocche sul fondo: se suona vuoto è cotto, altrimenti rimettetelo in forno, abbassate la temperatura di 10 °C e rimettetelo in forno fino a cottura ultimata. Fatelo raffreddare su una gratella prima di servirlo.  



per circa 16 panini:

ingredienti:
  • 200 g di farina manitoba 
  • 120 g di farina 0
  •  200 ml di latte tiepido
  • 5 g di lievito di birra 
  • 25 g di burro
  • 1 uovo per l’impasto e 1 per spennellare 
  • 1 cucchiaino di sale 
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo 
  • 4 pomodori secchi, dissalati e frullati


Impastate tutti gli ingredienti fino a formare un composto morbido che dovrà lievitare per almeno due ore. Trascorso questo tempo sgonfiate la pasta lievitata e impastate di nuovo. Formate delle palline di circa 40 g, mettetele in una teglia ricoperta di carta da forno. Spennellate la superficie con un uovo sbattuto e aggiungete i semi di sesamo. Lasciate lievitare per un’altra ora, poi mettete in forno a 200 °C per circa 18-20 minuti, aggiungendo nel forno un pentolino d’acqua. 


Ingredienti:
  • 500 g di farina 0 
  • 230 ml di acqua 
  • 60 g di olio extra vergine d’oliva 
  • 15 g di sale 
  • 5 g di lievito di birra 
  • rametti di origano
  • semi di sesamo
unite i rametti di origano con l'olio e fate profumare per una notte intera, filtrate
Setacciare la farina su un piano da lavoro, fare la fontana , aggiungere l’acqua in cui si è sciolto il lievito di birra, l’olio e su un lato, sopra la farina, il sale. Impastare fino ad ottenere una massa morbida, che si stacchi facilmente dalle mani. Trasferire in una ciotola, coprire e lasciar lievitare fino al raddoppio. 
Ribaltare l’impasto sul piano da lavoro, appiattirlo delicatamente senza sgonfiarlo e con una spatola ricavarne dei tronchetti. Rotolare e contemporaneamente allungare la pasta spolverando con della farina di semola, metà li ho cosparsi di semi di sesamo, facendo attenzione a non lavorarla eccessivamente. Trasferire nella teglia rivestita di carta da forno. Infornare a 200° e cuocere per 10 minuti, fino ad ottenere una doratura uniforme. Togliere dalla teglia e lasciar raffreddare completamente, per conservarli utilizzate un barattolo a chiusura ermetica.


Ingredienti:
  • 600 g di farina 0 
  • 340 g di acqua 
  • 8 g di miele di acacia 
  • 48 g di olio extravergine d'oliva
  • 6 g lievito di birra fresco
per condire:
  • pomodorini
  • acciughe
  • cipolla rossa
  • origano

in un ciotola mettete l’acqua, il miele e il lievito e sciogliete bene, poi aggiungete l’olio d’oliva ed amalgamate con una frusta. Aggiungete la metà abbondante della farina e amalgamate ai liquidi velocemente con una forchetta. Aggiungete il sale ed incorporate. Versate la restante farina e aiutandovi con una spatola, con cui fate dei tagli idratate incorporando la farina. Appena la farina sarà incorporata (serviranno pochi minuti, rovesciate l’impasto su un piano non infarinato. Massaggiate l’impasto facendo pressione con il polso della mano, basta in tre punti in orizzontale, poi rovesciate l’impasto chiudendolo su se stesso aiutandovi con la spatola. Fate questo passaggio altre due volte. Dopo la terza volta vi accorgerete che l’impasto inizia ad avere un po’ di elasticità (premendo con un polpastrello non rimarrà la fossetta ma l’impasto tende a rialzarsi) vi dovete fermare. Adesso date all’impasto una forma leggermente ovale e con la mano iniziate ad arrotolarlo dall’alto in basso dando una leggera pressione. Ruotate l’impasto appiattitelo leggermente, quel tanto da renderlo un po’ ovale e ripiegatelo su se stesso fino a chiuderlo bene. Chiudete sotto anche i lati del rotolo con i palmi delle mani, creando un impasto a palla.
Trasferite l’impasto in una ciotola leggermente infarinata e coprite con pellicola e mettete a lievitare per un ora. Dopo un ora rovesciate l’impasto lievitato sul piano di lavoro leggermente infarinato. Con delicatezza con i polpastrelli picchiettate tutto l’impasto, si formeranno tante fossette. Arrotolate l’impasto su se stesso partendo dall’alto e chiudendolo senza stringere. Trasferite l’impasto nella ciotola, con la chiusura in basso e fatelo lievitare coperto per un ora Ripetete questa ossigenazione della pasta per altre due volte a distanza di un ora. Prima della terza ossigenazione dividete l’impasto per le teglie che userete. Per una teglia 30x40 bastano 650 g, con questo impasto potete preparare anche una teglia più piccola da 25x30 Trascorsa un ora dalla terza ossigenazione l’impasto è pronto per essere messo nella teglia. Ungete bene con olio le teglie che vi serviranno. Rovesciate con attenzione l’impasto nella teglia. Con i polpastrelli picchiettate tutto l’impasto, partendo dal centro verso i quattro angoli della teglia, premendo solamente senza allargare. La pasta un po’ alla volta si allargherà. Quando si sarà già abbastanza allargata è il momento di girarla. Con attenzione appoggiare un lembo dell’impasto sull'avambraccio e alzandolo con l’impasto ruotate la pasta. Riprendete a picchiettare la pasta, se vi sembra che non si allarghi non tiratela e lasciatela riposare 10 minuti poi riuscirete a stenderla bene.
Coprire e fatela riposare per 30 minuti. 
Dopo 30 minuti farcitela con i pomodorini tagliati a metà, le cipolle tagliate sottili, le acciughe e una manciata di origano, irrorate la focaccia con un emulsione di 3 cucchiai d’olio e 3 cucchiai d’acqua con un po’ di sale. Coprite e mettete a lievitare per un’ora.
Cuocete in forno a 250 °C per 13 minuti circa 
Appena cotta spostatela dalla teglia e mettetela su una griglia, servite.

Miele d'acacia Rigoni d'asiago

paneMTC(1)




giovedì 13 settembre 2018

Donuts con glassa e gocce di cioccolato


buongiorno e ben ritrovati.... inizia la scuola e per noi mamme comincia anche lo stress mattutino su cosa preparare per la merenda dei nostri piccoli, una bella idea ve la do io insieme alla bellissima squadra di Mag about food, con la rubrica dedicata ai donuts, I LOVE DONUTS.
Idea golosa agli occhi e al palato oltre a far felici i vostri piccoli commensali avrete la certezza di aver preparato una merenda genuina, nel post troverete tante ricette per tutti i gusti.
Io propongo la versione dei donuts con glassa e gocce di cioccolato, una vera goduria, vi invito a correre a leggere le ricette proposto.
Vi abbraccio, Fabiola.

Piatti Pavoni

giovedì 23 agosto 2018

Gelato con stecco yogurt greco e fiordifrutta di frutti di bosco


.....vi chiederete ancora gelato???? si, un finto gelato, per chi è a dieta ma sopratutto per chi non si vuole sentire in colpa mangiandolo, ecco la soluzione: gelato allo yogurt e fiordifrutta...fresco e leggero!
Ben ritrovati, ricomincio da qui da una non ricetta, con la promessa di ritornare spesso, almeno mi impegno a farlo.. spero che avete trascorso una bella estate, sopratutto serena e piena di pace!
La mia estate è stata come sempre un estate al lavoro, divisa tra casa e figli, a parte lo stress sono felice che sia trascorsa così, vi lascio alla ricetta augurandovi una buona giornata, un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti per 4 gelati:
  • 300 g di yogurt greco al naturale
  • 4 cucchiai di fiordifrutta ai frutti di bosco Rigoni d'Asiago
  • 2 cucchiaini di zucchero (io non li ho messi)
in una ciotola unite yogurt e confettura mescolate, aggiungete la fiordifrutta e mescolate delicatamente, senza far amalgamare, del tutto i due composti. Riempiti gli stampi per gelato, livellate per bene, inserite lo stecco e riponete in frigo per almeno 4 ore, sformate e servite.




Stampo e Piatti Pavoni


sabato 4 agosto 2018

Fettunta



..ben ritrovati oggi per il Calendario de cibo italiano è la giornata delle bruschetta o fettunta, ho contribuito con quest'ultima....



martedì 24 luglio 2018

Biancomangiare ripieno di confettura di pesche


per la gn del biancomangiare sono qui a proporvi una variante fresca, con la frutta di stagione potete preparare questo dolce povero e facile da realizzare, invito ad andare sul sito del Calendario del cibo italiano per leggere la ricetta e spulciare il bellissimo articolo.
Un abbraccio, Fabiola.

Stampo Pavoni



venerdì 20 luglio 2018

Pizza con lievito madre con verdure



...chi ha voglia di pizza???
io sempre, ecco che per la GN delle focacce e pizze condite per il Calendario del cibo italiano, vi propongo la mia pizza in teglia con verdure grigliate, fresca e leggera allo stesso tempo.
Ho ripreso in mano il mio lievito madre dopo circa 4 anni, non ci credevo che dopo averlo essiccato, poteva ritornare più forte di prima, invece mi sono dovuta ricredere, attivo come sempre il risultato nella foto: pizza alta e morbida...
vi invito ad andare a leggere il post sul sito del Calendario per scoprire altre ricette dedicate a questa giornata.
Buon fine settimana un abbraccio, Fabiola.


mercoledì 11 luglio 2018

Banana peanut butter nice cream

un tema del mese perfetto per queste giornate di caldo, dedicato ai Nice Cream
su MTC trovate la mia ricetta ma anche una carrellata di meraviglie preparate da bravissime foodblogger, vi lascio al post augurandovi buon pomeriggio, Fabiola.


giovedì 28 giugno 2018

Gelato al caramello di miele


per la giornata nazionale del gelato sul Calendario del cibo italiano, ho voluto sperimentare il gelato al caramello di miele, sono stata rapita dal gusto, particolare e di una golosità che non provavo da tempo facendo un gelato, mi sono innamorata di questo gusto!
Ho deciso di presentarlo con una forma particolare ed ho constatato che la praticità, si possono preparare prima nello stampo, sformare e servire subito, senza dover aspettare che il gelato si ammorbidisca un pò e non c'è la preoccupazione che se sciogli, insomma ricetta azzeccatissima!
Vi lascio alla fresca ricetta, augurandovi buona giornata, Fabiola.

Ingredienti
  • 3 tuorli (60g circa)
  • 160 g di zucchero semolato
  • 290 ml di panna fresca
  • 300 ml di latte intero
  • 40 g di miele d’arancio Rigoni d'Asiago

per il caramello (da utilizzare per guarnire):
  • 100 g di zucchero
  • 50 ml di acqua


preparate il caramello al miele, in un pentolino dal fondo spesso mettete 40g di zucchero, fate sciogliere a fiamma media, senza mescolare, appena è del tutto sciolto unite il miele, appena il caramello risulta color ambrato, non deve essere scuro altrimenti si brucia, riscaldata 40ml di panna e versate sul caramello, mescolate per bene, fate cuocere per 1 minuti, spegnete la fiamma e mettete da parte. Montate i tuorli con lo zucchero rimasto, il composto deve essere spumoso.
Unite al caramello la panna ed il latte, a fiamma bassa, portate a bollore mescolando continuamente, versate a filo sui tuorli, mescolate finchè il composto è amalgamato bene. Versate nuovamente in un pentolino e portate alla temperatura di 82° C, spengete la fiamma e fate raffreddare il composto immergendo, a bagnomaria  in una ciotola con acqua e ghiaccio, riponete in un contenitore con coperchio e fate riposare per una notte intera. Trasferite il composto nella gelatiera e mantecate per circa 40 minuti.
Nel frattempo preparate la salsa caramello in un pentolino dal fondo spesso mettete lo zucchero, fate sciogliere a fiamma media, senza mescolare, appena è del tutto sciolto e raggiunge un color ambrato, non deve essere scuro altrimenti si brucia, riscaldate l’acqua e versate sul caramello, mescolate per bene, fate cuocere per 2 minuti, spegnete la fiamma e fate raffreddare.

Stampo e piatti Pavoni



mercoledì 27 giugno 2018

Il mio open sandwich pomodori e uova per il Club del 27



Ben ritrovati, sono stati giorni molto impegnativi, Olio e Aceto da un giorno all'altro non esisteva più, per motivi che non vi sto qui a spiegare,il mio blog non ha avuto più un dominio quindi mi sono dovuta rimboccare le maniche, trovando una nuova casa per questo mio spazio, da oggi si prende con un dominio tutto nuovo http://www.olioeacetoblog.it/, spero solo che questa odissea finisca qui, se da un lato ero quasi contenta di non aver più il "pensiero" del blog dall'altro invece mi sentivo persa, perchè la mia passione, anche se non constante, è sempre viva con tanta voglia di esprimersi ancora. Chiudiamo questa parentesi e ritorniamo alla ricetta di oggi, 27 Giugno ritorno il club del 27, appuntamento ormai imperdibile, questo mese tema sfizioso gli open sandwich, quante volta in estate non abbiamo voglia di cucinare?? Personalmente mi capita spesso quindi questo tema calza a pennello, idee fresche e nello stesso tempo sfiziose! Vi lascio alla mia proposta augurandovi buona giornata, Fabiola.

Ingredienti per 2 persone:
  • 4 fette di pane di segale
  • burro salato
  • 2 pomodori grandi
  • 2 uova bollite 
  • 2 cucchiai di maionese 
  • 2 cucchiai di fiocchi di latte
  • 2 cucchiai di erba cipollina
  • sale
  • pepe nero macinato fresco


-          su un piano da lavoro mettete le fette di pane di segale e spalmate il burro in modo uniforme su ogni fetta, tagliate a fette i pomodori. Dopo aver bollito le uova e fatte raffreddare, tagliatele in quattro fette, ponete su ogni fetta di pane due fette di uova e uno di pomodoro, condite con un pizzico di sale, distribuite nelle prime due fette di pane la maionese e nelle altre due i fiocchi di latte, condite con l'erba cipollina, aggiustate di sale aggiungete il pepe nero e servite.


Nessun testo alternativo automatico disponibile.

martedì 19 giugno 2018

Gelato al cioccolato con latticello

....estate è sinonimo di gelato, ecco che vi presento il gelato al cioccolato con latticello per la rubrica che ci faccio con... il latticello, targata MTC, per la mia ricetta e tante altre idee cliccate qui!




sabato 9 giugno 2018

Bavarese alla vaniglia con gelée di fragole, profumato al basilico, e gelée di limone e pistacchio


.....vi do il dolce buongiorno oggi, ben ritrovati, sono nuovamente pronta ad affrontare la temutissima commissione formata dai prof del MTC, per chi si è perso la puntata precedente in questo post, potete leggere le novità legate a questo gioco. Sapevo benissimo che entrare a far parte del MTC S-COOL, non era cosa semplice, mettersi a confronto con dei "mostri" della cucina è un'impresa ardua, ma non demordo, con il primo giro mi sono classificata con un punteggio più che soddisfacente, la media del 8 è stata una grande soddisfazione, mi ha riportato ai tempi della scuola, non sono stata mai una secchiona, me la sono sempre cavata dal il 7 e 8, quindi essermi piazzata con quella media è stata una conferma anzi ne vado veramente fiera, sono una persona che fa tutto da se senza nessuna base e conoscenze specifiche quindi continuo a combattere fino alla fine. Per questo giro il tema era davvero entusiasmante, per una che guarda tutti i programmi di cucina affrontare una mystery cloche è stato un spasso! Mi presento con un dolce, io che sono una frana con i dolci, il colmo, ma così sono, questa volta ho avuto questa idea, e non ho pensato ad altro, non mi sono voluta far prendere dall'ansia e dai dubbi, anche se mentre scrivo ho il dubbio se ho interpretato bene il regolamento, ma questa è un'altra storia, sarà compito dei giudici giudicare. 
Ingredienti belli, versateli, alcuni che non ho mai cucinato, una piccola dispensa a disposizione, grazie a questa prova ho imparato che si può realizzare una glassa a specchio con della semplice frutta, ho avuto ovviamente 1 inconveniente, le meringhe non sono riuscite come sempre, si sono appiattite e non hanno mantenuto la punta e non sono gonfiate, ma ammetto che sono felice perchè il risultato mi piace di più, ovviamente la cottura era buona, non le avrei messe se non fosse stato così, l'idea dei mini dischi volanti non mi era venuta, 😆😆!
Insomma adesso, mi metterò buona ad attende il giudizio dei prof, ammetto che entrare a far parte della classe è la cosa che voglio di più, ma sono pronta a tutto, quindi incrocio le dita e vi offro una fetta di bavarese!
Un buon fine settimana, Fabiola.


Ingredienti per uno stampo da 18 cm:
per bavarese alla vaniglia:
  • 250 g di panna fresca
  • 200 g di latte intero
  • 1 baccello di vaniglia
  • 8 fogli di colla di pesce
  • 3 tuorli di uova grandi
  • 90 g di zucchero semolato
per il gelèe al limone:
  • 150 ml di succo di limone
  • 150 ml di acqua
  • 120 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di farina di pistacchio, ricavato frullando i pistacchi
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • 4 fogli di colla di pesce
per il gelèe di fragole:
  • 400 g di fragole
  • succo di mezzo limone
  • 4 foglie di basilico
  • 100 g di zucchero semolato
per le cialde di meringa al caffe:
  • 2 albumi
  • 1 cucchiaino di chicchi di caffè
  • 200 Gr di zucchero
  • un pizzico di sale
per la glassa alle fragole:
  • 500 g di fragole
  • 150 g di zucchero
  • 5 fogli di colla di pesce
  • succo di 1 limone
come prima cosa procedete alla preparazione dei due gelèe:

gelèe di limone, rivestite una teglia con carta forno, adagiate uno stampo ad anello regolabile, posizionate a 18 cm, mettete in ammollo, per 15 minuti, nell'acqua fredda, la colla di pesce, in un pentolino unite acqua e zucchero, portate a bollore, unite il succo di limone e la scorza, grattugiata finemente, e la colla di pesce, strizzata mescolate velocemente, portate nuovamente a bollore per un paio di minuti. Ancora calda filtrate con un colino a maglia stretta, unite il cucchaio di farina di pistacchio, versate nello stampo e fate raffreddare, appena è del tutto fretta riponete in frigo per almeno 2 ore.

per il gelèe di fragole:
rivestite una teglia con carta forno, adagiate uno stampo ad anello regolabile, posizionate a 18 cm, mettete in ammollo, per 15 minuti, nell'acqua fredda, la colla di pesce, pulite e lavate le fragole, tagliatele a pezzettoni e frullatele, in un pentolino unite alla polpa di fragole lo zucchero e le foglie di basilico, a fiamma bassa e mescolando di continuo fate sciogliere lo zucchero, appena è del tutto sciolto, togliete le foglie di basilico strizzate la colla di pesce unitela alla purea mescolate velocemente e togliete dal fuoco, filtrate per almeno 2 volte con un colino a maglia stretta, versate nello stampo e fate raffreddare, appena è del tutto fretta riponete in frigo per almeno 3 ore-

per le cialde di meringa:
nel boccale del bimby mettere lo zucchero e i chicchi di caffè per polverizarli, azionate 1 minuti velocità turbo unite gli albumi  ed un pizzico di sale, azionate 7 minuti 37° velocità 2. Passato il tempo aprite il coperchio e lasciate raffreddare per 5 minuti. Montate per altri 7 minuti velocità 2, rivestite la teglia con la carta da forno, con una sac è poche formare le meringhe, schiacciando la punta, ed infornate a 100° per 50 minuti. Appena sono cotte fate raffreddare e mettete da parte.

per il bavarese:
montate leggermente, i tuorli con lo zucchero, incidete il baccello di vaniglia, ricavate i semi, in un pentolino unite il latte e baccello e semi della vaniglia, mescolando di continuo portate a bollore, mettete in ammollo, in acqua fredda la colla di pesce, filtrate il latte, versatelo a filo nei tuorli, mescolando, nel frattempo con una frutta, appena i tuorli sono ben amalgamati, verste nuovamente il composto nel pentolino, cuocete la crema finchè non raggiunge la temperatura di 82° C, unite la colla di pesce strizzata, mescolando velocemente, spegnate la fiamma e mescolando sempre fate raffreddare del tutto mettendola a bagno maria in una ciotola con del ghiaccio. Montate leggermente la panna, il composto deve risultate morbido e appena spumoso, unite la panna alla crema mescolando lentamente dal basso verso l'alto.

composizione del bavere:
riprendete i due gelèe, al centro ricavate un foro, grande quanto quello dello stampo, io ho utilizzato una tazzina da caffè, sformateli dalla stampo.
Versate la crema nel fondo dello stampo, alta circa mezzo centimetro, livellate per bene e riponete nel congelatore per 20 minuti, passato il tempo riprendete lo stampo, adagiate il gelèe di limone e ricoprite con la crema per circa 1 centimetro, riponete nuovamente nel congelatore per altri 20 minuti, riprendete lo stampo adagiate questa volta il gelèe di fragole, coprite con la restante crema, livellate per bene e riponete nel congelatore per almeno 2 ore.

per la glassa alla fragole:
nel frattempo che il dolce congeli preparate la glassa, pulire e tagliate a pezzettoni le fragole, frullatele, mettete in ammollo la colla di pesce per almeno 20 minuti, in un pentolino unite la purea di fragole zucchero e limone, a fiamma bassa e mescolando di continuo, fate sciogliere lo zucchero, strizzate la colla di pesce e scioglietela in mezzo bicchiere di acqua calda, unite la colla di pesce alla purea di fragole mescolate per bene e spegnete la fiamma, ancora calda filtratela con un colino a maglia stretta. Riprendete il bavarese, sformate e posizionatelo su di una gratella, verste la glassa di fragole, in modo uniforme sul dolce, fate attenzione la glassa a contatto con il bavarese diventa subito dura, quindi dovete coprire tutta la superficie subito, fate scolare la glassa in eccesso, trasferite il bavarese sul piatto di portata e decorate con le cialde di meringa, riponete in frigo per 2 ore prima di servire.

Stampo e piatti   Pavoni

L'immagine può contenere: testo


venerdì 1 giugno 2018

Panini al latte con lievito madre


diamo il benvenuto a questo nuovo mese, giugno uno dei miei mesi preferiti, non troppo caldo, si spera, giornate lunghe e serate rilassanti!
Circa un mesetto fa ho ripreso in mano nuovamente il lievito madre, accantonato per anni, l'ho riattivato nella speranza che non era del tutto perduto, avevo poche aspettative invece con un pò di pazienza e tanti rinfreschi è tornato più forte di prima, dopo fari tentativi per fare la pizza mi sono cimentata nella realizzazione di questi panini al latte dolci, per una colazione o merenda sana e genuina, ottima riuscita! Con la ricetta ho contribuito anche ad una della giornate dedicate ai tramezzini e panini sul Calendario del cibo italiano. Vi lascio alla ricetta, augurandovi un sereno fine settimana, un abbraccio, Fabiola.

Ingredienti per 12 panini:
  • 250 di farina 00
  • 200 di farina manitoba
  • 150 g di lievito madre rinfrescato
  • ½ cucchiaino di sale
  • 80 g di zucchero
  • 250 g di latte intero
  • 50 g di burro fuso
  • 1 tuorlo
  • confettura per condire alle amarene Vis


Disponete a fontana le due farine setacciate, al centro aggiungete il lievito, zucchero, burro fuso, freddo, cominciate ad impastare, a filo unite il latte, aggiungete il sale e impastate per 10 minuti, se usate una planetaria, lavorate l’impasto 5  minuti, trasferite l’impasto in una ciotola di vetro, ricoprite con la pellicola e mettete in frigo, fate riposare per un’intera notte, il mattino seguente riprendere la ciotola, riportate a temperatura ambiente l’impasto, ci vorranno circa 2 ore, mettete a lievitare in un luogo caldo, anche dentro il forno con la lucetta accesa, per 6 ore. Capovolgete l’impasto nella spianatoia dividetelo in 12 palline, dando una forma tondeggiante, spennellate la superficie di ogni pallina con il tuorlo sbattuto con un goccio di latte, rimettete a lievitare, coprendo con la pellicola per 1 ora. Riscaldate il forno a 170° C, cuocete i panini per 15 minuti, finchè la superficie non è dorata, sfornate fate raffreddare e condite con la confettura.





martedì 29 maggio 2018

Date night spread


Per il mese di maggio tema del mese è dedicato interamente ai Platters & Boards che significano soprattutto convivialità e condivisione del cibo.....vi riporto al post su MTC....andate a curiosare le altre meravigliose proposte...

Platters and boards

venerdì 25 maggio 2018

Tortine soffici ai petali di rose e lamponi per il club del 27


Buongiorno, ritorna il Club del 27, con due giorni di anticipo, per questo mese abbiamo spostato la data di pubblicazione per questioni organizzative, Maggio mese delle rose, uno dei mesi più belli a parer mio, una giornata dedicate alle rose, tante ricette, una più bella dell'altra, se storcete il naso, l'ho fatto anche io, nel mangiare le rose nei vostri piatti, vi invito a provare una delle ricette proposte e rimarrete stupiti! Io mi sono cimentata su queste tortine con rose e lamponi, morbide, al primo morso un'esplosione di sapore, ovviamente per poter utilizzare le rose nei piatti, vi ricordo che dovete usare quelle non trattate. Vi lascio alla ricetta, augurandovi un sereno fine settimana, Fabiola.

Ingredienti per 15 rose:
  • 185 g di burro a temperatura ambiente + 40 g per lo stampo
  • 250 g di zucchero 
  • 1 baccello di vaniglia
  • 3 uova 270 g di farina 00
  •  ½ bustina di lievito per dolci
  • 1 vasetto di yogurt bianco
  • 225 g di lamponi congelati
  • 40 g di petali di rosa cristallizzati
  • zucchero a velo per decorare 
per cristallizzare i petali di rosa, lavate e asciugate i petali. Disponete dello zucchero in un piatto; sbattete un albume d'uovo e intingetevi i petali quindi passateli nello zucchero. Adagiateli su carta forno e lasciateli asciugare per 24 ore.

preriscaldate il forno a 160°. Sciogliete il burro, i 40 g, spennellate bene gli stampi per muffin, io ho utilizzato quelli a forma di rosa Pavoni. Setacciate la farina con il lievito. Incidete i baccello di vaniglia per lungo e ricavatene i semi. Sbattete il burro,lo zucchero e i semi di vaniglia fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungete 1 uovo alla volta, amalgamandolo molto bene. Incorporate la farina in 3 tempi, alternandola con lo yogurt e mescolate senza lavorare troppo l'impasto. Aggiungete i petali e i lamponi e mescolate. Riempite gli stampi e cuocete per 20-25 minuti. Sformate le vostre rose e fate raffreddare su una gratella per dolci. Cospargete con zucchero a velo prima di servire. 

Da “Dolci Creazioni” Sale e Pepe Collection




giovedì 17 maggio 2018

Medaglioni di maiale al miele


oggi vi propongo una nuova ricetta per me, grazie alla giornata dedicata al miele per il Calendario del cibo italiano, ho deciso di fare questi medaglioni avvolti nella pancetta è stata la prima volta che facevo una glassatura alla carne mi è piaciuta tanta la riuscita. Vi lascio alla ricetta, un abbraccio Fabiola.

Ingredienti per 3 persone:
  • 6 medaglioni di lonza di maiale spesse 4 cm
  • 6 fettine di pancetta di maiale
  • olio di oliva
  • sale
  • salvia tritata
  • granella di pistacchio
  • 1 spicchi d’aglio
  • acqua
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 2 pomodori
  • 1 cipolla
  • pepe nero
  • 6 cucchiaini di miele di acacia Rigoni d'Asiago

come prima cosa preparate il brodo vegetale in una pentola unite acqua e tutte le verdure, salate, portate a bollore e fate cuocere per 35 minuti, a cottura fate raffreddare e filtrate. In una ampia ciotola mettete i medaglioni salate e aggiungete la salvia, massaggiate la carne, irrorate con un filo d’olio e lasciate riposare per 30 minuti. In una padella fate imbiondire nell’olio d’oliva lo spicchio d’aglio, nel frattempo arrotolate la pancetta sui medaglioni e legateli con dello spago da cucina, togliete lo spicchio d’aglio ed unite i medaglioni, fate rosolare a fiamma viva due minuti per lato. Appena sono dorati unite 4 mestoli di brodo vegetale e fate cuocere a fiamma dolce, e con il coperchio per 20 minuti. A cottura, il brodo deve essere completamente assorbito, sopra ogni medaglione aggiungete due cucchiaini di miele e la granella di pistacchio, fate dorate 1 minuti per lato a fiamma media, rimuovete lo spago e servite subito.




venerdì 11 maggio 2018

Lonza di maiale al latte


Oggi per il Calendario del cibo italiano è la giornata dedicata a Petronilla, ecco il mio contributo, per gli approfondimenti vi rimando al post del Calendario, completo anche delle ricette che hanno contribuito alla giornata, 
Vi auguro un buon fine settimana, Fabiola.

Ingredienti:
  • 600 g di lonza di maiale 
  • ½ cipolla bianca
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 30 g di burro
  • sale
  • pepe nero
  • farina 00 qb
  • 1 lt di latte

legate la lonza con lo spago da cucina, io ho utilizzato la rete, salate e pepate, infarinate con la farina 00, in una casseruola rosolate la cipolla, tritata nell’olio e il burro, appena la cipolla è morbida unite la lonza e fate rosolare anch’essa, girando più volte, appena la lonza è dorate da tutti i lati, aggiungere il latte, aggiustate di sale,  a fuoco lento fate cuocere per 45 minuti. A cottura ultimata fate raffreddare tagliate a fette, filtrate il latte rimasto, l’ho trasferito in una padella dal fondo spesso, ho aggiunto 1 cucchiaio di farina ed a fuoco basso ho fatto addensare, in questo modo si è formata una salsetta densa, servire le fette di lonza irrorando con qualche cucchiai di salsa al latte.



sabato 5 maggio 2018

Ciambella al cioccolato fondente


buon sabato, chiudiamo la settimana con un dolce, ancora una volta!
In occasione della giornata delle torte da credenza per il Calendario del cibo italiano mi sono cimentata nella preparazione di questa ciambella al cioccolato fondente, ricetta della carissima Anna
, di facile esecuzione e dalla riuscita garantita, la cosa che mi ha colpito di più è stata che riesce a mantenersi per diversi giorni, quindi non vi resta che provarla.
Vi lascio alla ricetta che troverete anche qui!
Buon fine settimana, Fabiola.


Ingredienti per uno stampo da 18 cm, io Pavoni:

  • 80 g di burro
  • 80 g di cioccolato fondente
  • 80 g di zucchero semolato
  • 50 g di farina 00
  • 2 uova
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • zucchero a velo per guarnire

a bagno maria fate sciogliere il cioccolato, appena è del tutto sciolto, unite il burro e mescolate. Montate le uova con lo zucchero, appena l’impasto è spumoso, unite la farina e il lievito setacciati, continuate a lavorare sempre con le fruste elettriche, unite il cioccolato e burro, lavorate per altri 5 minuti, infine aggiungete il succo di limone e mescolate. Riscaldate il forno a 180° C, imburrate uno stampo per ciambella versate l’impasto, livellate per bene e cuocete per 25 minuti, controllate la cottura con uno stecchino, se un a volta infilzato rimane asciutto, potete sfornare, fate raffreddare completamente, spolverate con lo zucchero a velo e servite.

Piatti Pavoni





lunedì 30 aprile 2018

Cinnamon rolls con miele


...buon lunedì, chiudo questo questo mese con un dolce, da anni volevo provare a fare i cinnamon rolls, ma tra la mancanza di tempo e tante ricette che mi frullano in testa ho sempre rimandato, questa volta però ci sono riuscita, ho dato un tocco diverso aggiungendo il miele, che dire buoni anzi buonissimi a detta della mia bimba. La ricetta non è la mia ho preso spunta da qui, facendo solo qualche mia personale modifica. Anche questa ricetta entrerà nella mia lista dei dolci da colazione da fare e rifare. Vi lascio alla ricetta, augurandovi un buon 1° Maggio a voi tutti, un abbraccio, Fabiola.


Ingredienti:

  • 450 g di farina 00
  • 100 g di zucchero semolato
  • 5 g di lievito di birra
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 250 ml di latte
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 uovo
  • 50 g di burro a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di miele d'arancio Rigoni d'Asiago
per la farcia:
  • 200 g di zucchero di canna
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 4 cucchiai di cannella
  • 1 cucchiaio di miele d'arancio Rigoni d'Asiago

per la glassa:

  • 115 g di philadelphia
  • 120 g di zucchero a velo
  • 50 g di burro a temperatura ambiente
Piatti Pavoni

in una planetaria inserite la farina e lievito, a parte riscaldate latte, miele, zucchero e burro, appena il burro si è sciolto, il latte deve rimanere tiepido, unite alla farina e cominciate a lavorare, aggiungete l'uovo, il sale e la cannella, fate lavorare per circa 5 minuti. Imburrate una ciotola trasferite l'impasto, coprite con la pellicola e fate lievitare per un paio d'ore, al caldo, finchè l'impasto non sia raddoppiato. Passato il tempo, infarinate un piano da lavoro, stendete l'impasto formando un rettangolo di circa 35x45 cm, distribuite il ripieno, preparato precedentemente, mescolando tutti gli ingredienti, lasciando 1 cm per lato, arrotolate ben stretto, a questo punto tagliate il cilindro, in 14 fette di circa 2 cm, imburrate una pirofila e sistemate i roll, lasciando circa 1 cm di spazio. ricoprite con la pellicola e mettete a lievitare per almeno 40 minuti. Riscaldate il forno a 180° C, cuocete per circa 20 minuti, appena i roll sono cotti, sfornate e fate raffreddare per 15 minuti in una gratella.
Per la glassa, in una ciotola unite la philadelphia con lo zucchero e il burro, lavorate con le fruste elettriche, appena avete ottenuto una crema liscia, distribuite sui roll e servite, ancora tiepidi.

venerdì 27 aprile 2018

Chai brownies per il club del 27


L'appuntamento con il club del 27, questo mese ci siamo dedicate al dinner party, infatti l'argomento è il potluck, ricette facili da fare e sopratutto da trasportare per una cena a casa di amici, un buffet in cui l'imbarazzo della scelta è il protagonista. Io ho deciso di cimentarmi con i brownies, dopo la prima prova, andata male, ecco il risultato, ottimo, purtroppo ho sbagliato io la scelta della teglia, troppo larga, e la cottura, ci ho provato la seconda volta e devo dire che mi sono ricreduta sulla ricetta, risultato soddisfacente.
Vi lascio alla ricetta, augurandovi un buon fine settimana, Fabiola.

Ingredienti:
  • 8 cucchiai di burro
  • 85 g di cioccolato (metà fondente metà al latte)
  • ¾ tazza di zucchero semolato
  • ¼ tazza di zucchero di canna
  • 2 uova grandi
  • ¾ tazza di farina 00
  • ½ cucchiaino di sale
  • ¼ cucchiaino di estratto di vaniglia
  • ¼ di cucchiaino di cardamomo macinato
  • ¼ cucchiaino di chiodi di garofano macinati
a fuoco basso sciogliete il burro con il cioccolato, appena è del tutto sciolto, unite lo zucchero semolato e quello di canna, mescolate e togliate dal fuoco, fate sciogliere completamente. Preriscaldate il forno a 170° C, unite il primo uovo e cominciate a montare con le fruste elettriche, unite la farina e spezie, continuate a lavorare unite l'uovo rimasto, il sale e la vaniglia, lavorate finchè l'impasto non è omogeneo, imburrate una teglia utilizzate una teglia piccola la mia era 8x20 cm, cuocete per circa 20/25 minuti, controllate la cottura con uno stecchino, ricordate che l'impasto deve rimanere umido al suo interno, sfornate, fate raffreddare e tagliate a quadrotti prima di servire. 

Piatti Pavoni





venerdì 20 aprile 2018

Un sole di tortilla

.. 

voglia di estate?? Decisamente... si!
Come anticipato nel post precedente per questo mese MTC lancia la sua ultima sfida, proprio da dove aveva cominciato.... dopo essermi cimentata nella versione classica della tortilla, proposta da Mai, adesso vi propongo la mia versione creativa, ma facciamo un passo indietro, si perchè sarà il nuovo sistema di gioco, sarà che sono fatta vecchia ma per la prova creativa mi sono fatta prendere d'ansia, 😓😓questa è la terza prova, non della stessa ricetta, inizialmente avevo fatto un progetto poi leggendo il regolamento e i vari dubbi dei mie compagni di classe, ho avuto paura che andavo fuori tema, la seconda mia idea mi è riuscita la prova, fatta per testare gli ingredienti, ma ovviamente la ricetta per il post ufficiale è stato un disastro, poi alla fine mi si è illuminata una lampadina, nella mia mente ho costruito questo piatto, di una semplicità assoluta ma che per me è stato una novità non è altro che una crema di patate e cipolle, tuorlo fritto, del famoso Cracco, e bacon croccante. Ho cercato di riprendere gli ingredienti della tortilla e utilizzarli in modo diverso senza stravolgere la ricetta originale, il bacon l'ho aggiunto per dare la "croccantezza" al piatto.
Di solito non mi faccio prendere dalla paura invece questa volta si, so benissimo di dover imparare tutto della cucina e che per entrare nella classe del MTC ci voglio gli attributi, tradotto ci vuole saper cucinare ma sopratutto conoscenze ed esperienza in materia, sto cercando di mettercela tutta, di impegnarmi e superare i miei limiti, detto ciò aspetto giudizio dai mie prof, mi rimetto seduta nel banco ad aspettare 😊😊.

Crema di patate e cipolle con tuorlo fritto e bacon croccante



Ingredienti per 2 persone:
per la crema
  • 3 patate medie a pasta bianca
  • 1 cipolla dorata
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • sale
  • pepe nero
  • brodo vegetale (preparato con 1 pomodoro, 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla)
per la composizione del piatto:
  • 2 tuorli
  • pangrattato 
  • un pizzico di sale
  • 6 fettine di bacon
  • Olio per friggere
preparate il brodo vegetale, unite in una pentola 1/2 litro d'acqua e tutte le verdure, portate a bollore e cuocete per 20 minuti, appena le verdure sono tutte cotte, filtrate e mantenete caldo. Pelate e tagliate a tocchetti le patate, fate lo stesso con la cipolla, in una padella, dai bordi alti rosolate le patate e le cipolle nell'olio d'oliva per 5 minuti a fiamma vivace, unite metà del brodo vegetale, salate, fate cuocere con il coperchio per 20 minuti, se serve unite altri brodo, appena le patate sono cotte spegnate la fiamma, anche se le patate non sono del tutto asciutto non vi preoccupate il liquido serve per quando usate il frullatore ad immersione, fate raffreddare per 15 minuti, frullate, ottenete una crema, aggiustate di sale se serve. 
Per il tuorlo fritto, separate l'albume dal tuorlo e riponete quest'ultimo in un cucchiaio, in una ciotola mettete il pangrattato con un pizzico di sale, panate il tuorlo aiutandovi con il cucchiaio stesso, fate attenzione in quanto il tuorlo è delicatissimo, riponete in frigo per almeno 3 ore. Rosolate le fettine di bacon in una padella girando spesso, appena hanno una crosticina bruna, trasferitele in un foglio di carta assorbente. Friggete il tuorlo nell'olio bollente, aiutandovi da una schiumarola, quella che usate per la frittura con i fori, per massimo 20 secondi.
Per la composizione del piatto utilizzate un piatto fondo, fate la base con la crema di patate e cipolle, se volete la potete riscaldare leggermente, adagiate al centro il tuorlo frutto e con le fettine di bacon realizzate i raggi di un sole, spolverate con il pepe nero e servite.





venerdì 13 aprile 2018

Tortilla de Patatas



..ben ritrovati, siamo ad Aprile ed io ancora non avevo pubblicato nessun post, non è che non abbia prodotto, anzi, forse ho fatto anche troppo ma da quando MTC si è evoluto con rivista e rubriche varie cerco di stare al passo e partecipare, con quello che so fare, mi butto anche in ricette estere per imparare sempre di più, a proposito di MTC, siamo alla sfida numero 72, come sempre tutta la community ha atteso il 5 del mese, per scoprire la ricetta che ci avrebbe "arrovellato" il cervello per giorni, invece da Alessandra è stata presa una decisione che mi ha spiazzato, MTC chiude, inizialmente anche io avevo sgranato gli occhi poi invece leggere che chiuse il vecchio sistema ma se ne apre uno tutto nuovo, è vero forse questa decisione era necessaria ed una evoluzione ci voleva, il cambiamento fa sempre bene e nuovi stimoli sono la chiave per vivere.. Faccio parte di questo gruppo dalla sfida numero 8, quindi per me è parte della mia vita anche se virtuale, la novità che MTC diventa una scuola con tanto di esami e voti...e qualche rimandato, ma se questo ci serve a crescere ed imparare nuove cose io voglio essere rimandata ogni volta. La classe sarà formata da 25 persone e questo ultime sfide serviranno per essere ammessi, per quanto mi riguarda sono eccitatissima, quanto rimpiango la scuola, la spensieratezza, i compagni le gite, anche se in modo diverso anche questa sarà una bellissima avventura, ne sono sicura, certo di essere all'altezza non ne sono sicura, ma chi se ne frega l'importante è provarci. La preside Alessandra sarà severa, ne sono sicura, poi passare a giudizio dei professori, saranno coloro che hanno vinto più volte MTC, sarà una cosa molto serie, quindi non  mi resta che mettermi a studiare non la sufficienza, ma per voti molto più alti. 
La protagonista della sfida 72 è la Tortilla, proposta dalla vincitrice Mai, chi se non la nostra catalana, ci poteva riportare in questo mondo meraviglioso, la sfida finisce da dove ebbe inizio, le proposte da presentare sono due quella tradizionale e una creativa, io parto con la tradizionale, c'era la possibilità di fare qualche aggiunta di aroma o ingredienti, ma io ho deciso che se si deve studiare prima si devono conoscere la basi è quindi ho riproposta la ricetta identica alla sua.
Vi lascio alla ricetta, e corro ad elaborare e studiare qualcosa che sorprenda prof e preside!! 😜😜

Ingredienti 
(per una padella di 20 cm di diametro)

  • 600 g di patate (sbucciate)
  • 5 uova (sempre dispari)
  • 1 cipolla  (di quelle dorate) 
  • olio extra vergine
  • sale
per accompagnare la tortilla insalata di pomodoro e rucola.

Piatto Pavoni


sbucciate le patate, lavate e tagliatele a cubetti, non regolari, friggetele in una padella capiente, dopo 5 minuti unite la cipolla, tagliata a fettine sottilissime, continuate la cottura, salate, mescolate ogni tanto per evitare di farle bruciare, non tropo spesso altrimenti si spappolano. Nel frattempo in un'ampia ciotola sbattete le uova, aggiungete il sale, appena le patate sono dorate, quindi croccanti, versatele nella ciotola contenente le uova, amalgamate e, se serve aggiustate di sale. Versate il tutto nella padella antiaderente, a fiamma dolce fate cuocere per 3/4 minuti, controllate che la frittata non si attacchi, a questo punto prendere un piatto più grande della padella, bagnartelo con l'acqua mettetelo sopra la padella con una mano, aiutatevi con un canovaccio, tenete il piatto con l'altra girate la padella, dopo aver fatto questa operazione  non facile, dovete rimettete la frittata nella padella nuovamente, senza romperla, quindi fate scivolare delicatamente, cuocete 3/4 minuti. Trasferite la tortilla sul piatto di portata e servite.